Disintossicazione – cosa si intende e come attivarla


disintossicazione

Negli ambienti olistici e salutisti si parla con insistenza di disintossicazione o, più familiarmente, detox. Di cosa si tratta? E quanto è importante, oltre la moda del periodo?

La disintossicazione è un lavoro di pulizia che l’organismo compie quotidianamente, svolto principalmente dal fegato, con l’aiuto degli organi che eliminano all’esterno le tossine: intestino, reni, polmoni, pelle.

Nell’insieme vengono denominati “organi emuntori” proprio per questo loro compito disintossicante.

Disintossicarsi significa fare in modo che questi organi abbiano a disposizione energie sufficienti per poter svolgere integralmente il loro compito.

Le priorità del corpo e la disintossicazione

Il corpo fisico che possediamo attualmente si è evoluto nell’arco di ere ed amministra l’energia disponibile secondo precise priorità.

Per molto tempo da quando l’uomo è comparso sulla Terra, esso ha avuto come priorità la sopravvivenza fisica. Doveva possedere muscoli forti perché in caso di pericolo potesse fronteggiarlo oppure scappare.

Era necessario, perciò, che il lavoro muscolare avesse la priorità su tutto il resto perché se non fosse riuscito a sopravvivere, che vantaggio avrebbe avuto nel mangiare o nello smaltire le tossine?

cibo e disintossicazione

Anche la digestione è una priorità

Anche alimentarsi rappresenta per il corpo una questione di sopravvivenza, secondaria, sia per la nutrizione in sé, sia per avere le forze di fronteggiare un pericolo oppure scappare.

È solo nell’ultima settantina d’anni che il cibo è diventato, progressivamente, sempre più abbondante (almeno nell’occidente industrializzato).

Per secoli, epoche e millenni l’uomo si è dovuto ingegnare e sforzare per procurarsi il cibo, dapprima raccogliendo (per un periodo molto lungo), poi cacciando, coltivando, allevando, ecc.

Non sono lontani i tempi nei quali si stringeva la cinghia per carestie, epidemie, guerre. Il corpo si è programmato per conservare e far fruttare quanto più possibile il nutrimento, dando la giusta priorità alla digestione.

Ma si può digerire bene solamente se non ci sono disturbi che attivino la priorità di sopravvivenza fisica. nel qual caso ci rimane qualcosa sullo stomaco o non si riesce proprio ad ingerire niente (ad esempio quando si è molto preoccupati).

L’ eliminazione, una necessità

L’ultima priorità, che quindi rimane una necessità, del corpo è quella di convogliare all’esterno i prodotti del catabolismo ed eventualmente le tossine ingerite o entrate in qualche modo in contatto, dunque proprio la disintossicazione di cui stiamo parlando.

L’eliminazione delle tossine e degli scarti metabolici è un processo attivo e richiede molta energia.

Vien da sé che la disintossicazione non verrà attivata se non saranno “silenti” le altre due priorità (della sopravvivenza fisica e della digestione) e se non sarà disponibile sufficiente energia.

acqua e disintossicazione

Liberare energie per il lavoro di disintossicazione

Al giorno d’oggi, non dobbiamo più combattere così strenuamente per la sopravvivenza fisica, però l’abbondanza di cibo ci invoglia a mangiare spesso e più del dovuto, per cui succede frequentemente che l’apparato gastroenterico sia sempre in attività.

Il nostro corpo impegna una gran parte delle proprie energie proprio per i processi di digestione e di assimilazione.

Mangiare in continuazione, paradossalmente, anziché caricarci, toglie energie al nostro organismo.

Per questo motivo l’Igiene Naturale consiglia di rispettare i ritmi circadiani, che comprendono 8 ore di assimilazione (durante le quali si mangia), 8 ore di appropriazione (durante le quali il corpo si appropria degli elementi presenti nel cibo) e 8 ore di eliminazione (durante le quali il corpo lavora per processare e convogliare all’esterno le scorie metaboliche).

Quando si vuole attivare la disintossicazione, si adottano dei comportamenti e delle pratiche che favoriscono quest’ultimo processo e ne allungano la durata.

Una strategia fondamentale è quella di alleggerire il lavoro digestivo, lasciando così libero il corpo per la fase prolungata di pulizia.

In un prossimo articolo vedremo perchè disintossicarsi è importante e tutte le strategie e le buone pratiche da adottare per una disintossicazione serena ed efficace.

Articolo di Megliocrudo.it: citazioni del testo possono essere fatte liberamente solo se si indica chiaramente che l’autore è megliocrudo.it e si inserisce un link che rimandi al contenuto originale su questo sito. Non è permessa la copia di interi articoli; per citazione si intende un estratto dal testo che non superi il 40% del medesimo.

Per approfondire:
Robert Morse – The Detox Miracle – Guida completa
Herbert M. Shelton – Il digiuno terapeutico
Giuseppe Cocca – Succhi & Salute

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.